Biorivitalizzazione: una chance in più. Teosyal Pen nei protocolli di ridensificazione.

La Medicina Estetica rispecchia, inevitabilmente, il momento, le mode e gli stili di vita. Dai trattamenti degli anni Novanta, che modificavano in modo drastico e drammatico il viso, si è giunti oggi a protocolli di cura in grado di donare un aspetto più riposato, luminoso, sano e giovane alla nostra pelle. Questa nuova richiesta delle pazienti e consapevolezza dei medici fanno ben sperare sul fatto che si vada verso un pieno rispetto della persona e della sua immagine. "Invecchiare dobbiamo, non possiamo evitarlo, ma possiamo farlo con armonia, con classe e la Medicina Estetica in questo ci aiuta molto. Diffondere un messaggio serio, corretto e aggiornato è il lavoro principale del medico".

Un articolo della Dott.ssa Laura Scevola sul numero di aprile della rivista "La Pelle" affronta il tema della bioridensificazione. A differenza della correzione immediata che si ottiene con il filler, parlando di biorivitalizzazione e bioridensificazione "l’elemento essenziale da comunicare al paziente è l’importanza dell’effetto di idratazione profonda e bioristrutturazione dello strato subdermico che è possibile realizzare con questi protocolli".

Per ottimizzare il trattamento di bioridensificazione e convincere anche i più riluttanti della sua importanza, si rivela particolarmente utile un medical device elettronico che sostituisce la tradizionale siringa nell’applicazione degli iniettivi a base di acido ialuronico. I benefici di questo strumento innovativo, Teosyal Pen, sono già ben noti nell’applicazione dei filler, ma si confermano ancora più decisivi nei protocolli di ridensificazione dermica.

Leggi tutto (PDF)

Articoli correlati

Propositi Beauty 2016. Alcuni consigli per ridensificare la pelle.

In un breve intervento su “Io Donna”, il femminile del “Corriere della Sera”, del 23 gennaio 2016, la Dott.ssa Maria Gabriella Di Russo suggerisce alcuni lavori di ristrutturazione per il viso, con l’obiettivo di ricompattare e ridensificare la pelle dopo i 40 anni. Ecco tempistiche e modalità.

Lo specchio dell’anima: la cura estetica del contorno occhi.

Uno sguardo “fresco” toglie almeno dieci anni d’età. Il Dott. Giovanni Brunelli interviene sul quotidiano “Il Giorno” (Ed. Brescia) di domenica 6 dicembre 2015 in merito al trattamento del tear trough, la zona più fragile del viso, parlando del primo filler appositamente studiato per la correzione dell’area sottopalpebrale inferiore.

Anti-Aging and Beauty Trophy 2015. I premi dell’11° Congresso AMEC di Parigi.

I Laboratori Teoxane sono stati premiati due volte in occasione del Congresso europeo di Medicina Estetica di Parigi (23-24 ottobre 2015), la più importante manifestazione europea in Aesthetic & Anti-Aging Medicine. Premio “Best Dermal Filler” per la gamma Teosyal RHA e premio “Best Cosmetic” per R[II] Eyes.