Difetti del collo: come ottenere i massimi risultati in un'area critica.

I trattamenti per il ringiovanimento del collo sono molti e hanno l’obiettivo di stimolare il trofismo della cute, dare levigatezza, correggere le rughe e stimolare la produzione di collagene. La corretta valutazione dei difetti del collo, la conoscenza delle criticità e delle tecniche, oltre che l’utilizzo di materiali moderni e di qualità, aiutano ad aumentare la soddisfazione del paziente e raggiungere i risultati sperati. Sul primo numero 2018 del quadrimestrale "Tabloid di medicina estetica" una intervista al Professor Giuseppe Sito.

 

A proposito del trattamento rivitalizzante e ridensificante del collo, meglio conosciuto all'estero come mesoterapia, che si esegue con un complesso dermo-ristrutturante a base di aminoacidi, vitamine, minerali e antiossidanti disciolti in un veicolo di acido ialuronico, il protocollo di cura prevede – come precisa il Professor Sito – "cicli quindicinali di quattro sedute di microiniezioni, da ripetere due volte l’anno, in primavera e autunno. Grazie alla presenza di acido ialuronico, il complesso amino-vitaminico rivitalizzante svolge anche un’azione ricompattante sulla pelle del collo".

L'acido ialuronico quindi si può usare anche per il collo, ma attenzione alla tecnica di iniezione. "Infatti – prosegue il Prof. Sito –, se per il trattamento con acido ialuronico di una ruga nasogeniena è possibile usare la siringa con microago, per il collo è invece raccomandabile usare sempre un device elettronico che, oltre a dare una maggiore precisione di iniezione, evita anche il rischio di accumulo sottocutaneo di acido ialuronico. Per esempio, se un eccesso di acido ialuronico in una ruga nasogeniena può essere distribuito e favorito nel suo assorbimento da un massaggio nella zona dell’accumulo, sul collo invece, a causa proprio della diversa anatomia che conferisce al collo la mancanza di una struttura 'ossea rigida' sottostante la cute, un eccesso di acido ialuronico aumenta il rischio di deformità o difetti come la cosiddetta 'corona di miglio'. In questi casi, conclude Sito, è necessario utilizzare un enzima chiamato acidoialuronidasi che degrada l’acido ialuronico".

Leggi tutto (PDF)

Articoli correlati

Biostimolazione e ridensificazione secondo i criteri Teoxane: la nostra esperienza.

Dalla pagina web del Professor Giuseppe Sito, un articolo sulla ridensificazione dermica, a cura della Dott.ssa Perna. Si tratta di un trattamento medico-estetico che mira a reintegrare le sostanze che il nostro organismo non è in grado di produrre in quantità sufficiente nella pelle, come l’acido ialuronico e alcuni aminoacidi precursori di elastina e collagene.