Filler però dinamici, la sfida a non "ingessare" il volto.

La Medicina Estetica si occupa di curare e prevenire l'invecchiamento cutaneo oltre che correggere gli inestetismi di viso e corpo. La prevenzione anti-aging e lo stimolo del tessuto trovano un'ottima soluzione nella ridensificazione dermica con Teosyal Redensity [I], le cui caratteristiche vengono illustrate dalla Dott.ssa Di Russo, mentre per la correzione di rughe e volumi i Laboratori Teoxane hanno studiato il primo filler biodinamico, Teosyal RHA, che grazie alla tecnologia Preserved Network valorizza al meglio le lunghe catene di acido ialuronico, amalgamandosi perfettamente nei tessuti cutanei. Nuova tecnologia anche per il device iniettivo, Teosyal Pen, che sostituisce in buona parte la tradizionale siringa: "è simile a una penna – secondo le parole del Prof. Sito – e consente al medico di essere più preciso e delicato, eliminando eventuali rischi di sovracorrezioni".

Leggi tutto (PDF)

Articoli correlati