I filler "dinamici" e le nuove frontiere della medicina estetica

La ricerca medico-scientifica svizzera ha portato alla creazione e alla commercializzazione negli ultimi anni di una nuova generazione di filler dermici a base di acido ialuronico. Mi riferisco ai cosiddetti filler “dinamici”. Il processo tecnologico brevettato Preserved Network, che li caratterizza, è in grado di garantire a questi filler una elasticità tale da integrarsi perfettamente nel derma salvaguardando i movimenti originali del volto. Gli studi dimostrano che il metodo Preserved Network mantiene al meglio le proprietà viscoelastiche naturali delle lunghe catene di acido ialuronico, ottenendo un gel dalla elevata purezza e dalla struttura dinamica, che garantisce, nello stesso tempo, una correzione di lunga durata.

Si è trattato di un lavoro di ricerca importantissimo per il progresso dell’Estetica Medica. Questo perché le pazienti richiedono oggi un risultato che sia al tempo stesso esteticamente perfetto e pienamente naturale. I filler tradizionali, di vecchia concezione, erano spesso molto “rigidi” mentre la caratteristica principale dei filler “dinamici” è la capacità di integrarsi perfettamente nelle diverse aree anatomiche, costituendo – per così dire – una sorta di secondo tessuto in grado di seguire i movimenti e l’espressività del volto senza alterarli o condizionarli in alcun modo. Non di rado impiantiamo questi filler anche nelle persone anziane, misurandoci quindi con situazioni nelle quali l’acido ialuronico presente naturalmente nella pelle si è ridotto in modo drastico e ha perso di elasticità. Ebbene, anche in queste situazioni i filler “dinamici” consentono di ripristinare il volume desiderato, integrandosi perfettamente nei tessuti.

Leggi tutto (PDF)

Articoli correlati

Labbra perfette con un'app

Chirurghi plastici e medici estetici di tutto il mondo sono unanimi nel ritenere che le labbra a canotto non sono più di tendenza. Naturalezza, armonia, proporzioni, personalizzazione ed espressione: questo è il nuovo trend. Per non cadere nella tentazione di fare correzioni eccessive o, peggio, errate è nata una nuova applicazione informatica che affianca il lavoro degli specialisti della bellezza, suggerendo il ritocco più adeguato.

Una bocca al bacio

Anche la medicina estetica si prende cure delle labbra.

..."Si può calcolare il modello estetico perfetto per ciascuna paziente attraverso un'app, chiamata Teoxane Italia Lips, che è stata presentata qualche mese fa al Congresso Internazionale di Medicina e Chirurgia Estetica di Bologna" dice Giuseppe Sito, chirurgo plastico. "Si inseriscono le misure del labbro inferiore, superiore e del solco labiale e l'applicazione fornisce al medico le indicazioni precise di che cosa, quanto bisogna correggere e di quale filler sia più adatto allo scopo". Impossibile sbagliare.

Bye Bye occhiaie.

"Si dice che gli occhi siano lo specchio dell'anima. Indubbiamente la loro espressione racconta molto di noi e delle nostre emozioni".

Lo sguardo è tra le prime cose che osserviamo in una persona e anche da un punto di vista oggettivo, rappresenta la centralità del viso. Secondo i canoni della bellezza, infatti, uno sguardo intenso, aperto e luminoso ha più importanza di un viso senza rughe. Gli occhi sono a tutti gli effetti una "cartina tornasole" dell'età, che muta completamente la bellezza e la freschezza di un volto.