La correzione del tear trough con acido ialuronico e innovativo device iniettivo.

Per inquadrare correttamente il discorso occorre – secondo il Prof. Giuseppe Sito – partire dalla consapevolezza che il tear trough è un’area presente in tutti e che non è di per sé patologica; è un’area che può essere più o meno sottolineata, più o meno vuota, ma che è del tutto normale avere. Solamente in alcuni casi, quando si riscontra una pigmentazione del tear trough, ovvero quando quest’area anatomica diventa “scura”, ecco allora che si delinea un quadro patologico e non più fisiologico (si parla comunemente di “occhiaia”).

La correzione del tear trough è consigliabile soprattutto quando si osserva una carenza di riempimento. In quel momento, è giusto e opportuno procedere per rimediare a una situazione che diventa decisamente poco gradevole. Oggi c’è una ragione in più per intervenire senza paura. Grazie a un innovativo sistema elettronico di iniezione esiste la possibilità di migliorare la qualità e la precisione nell’applicazione del filler e, contemporaneamente, evitare la dolenzia provocata dall’iniezione manuale.

Leggi tutto (PDF)

Articoli correlati

Propositi Beauty 2016. Alcuni consigli per ridensificare la pelle.

In un breve intervento su “Io Donna”, il femminile del “Corriere della Sera”, del 23 gennaio 2016, la Dott.ssa Maria Gabriella Di Russo suggerisce alcuni lavori di ristrutturazione per il viso, con l’obiettivo di ricompattare e ridensificare la pelle dopo i 40 anni. Ecco tempistiche e modalità.

Lo specchio dell’anima: la cura estetica del contorno occhi.

Uno sguardo “fresco” toglie almeno dieci anni d’età. Il Dott. Giovanni Brunelli interviene sul quotidiano “Il Giorno” (Ed. Brescia) di domenica 6 dicembre 2015 in merito al trattamento del tear trough, la zona più fragile del viso, parlando del primo filler appositamente studiato per la correzione dell’area sottopalpebrale inferiore.

Anti-Aging and Beauty Trophy 2015. I premi dell’11° Congresso AMEC di Parigi.

I Laboratori Teoxane sono stati premiati due volte in occasione del Congresso europeo di Medicina Estetica di Parigi (23-24 ottobre 2015), la più importante manifestazione europea in Aesthetic & Anti-Aging Medicine. Premio “Best Dermal Filler” per la gamma Teosyal RHA e premio “Best Cosmetic” per R[II] Eyes.