ANTI-AGING BEAUTY TROPHY - 2018

Siamo orgogliosi di informarvi che Teoxane è stata premiata, al congresso MCA, per il miglior DERMAL FILLER 2018 con RHA®3.

Il congresso MCA (Monte – Carlo – Aesthetics) si è tenuto dal 20 al 23 settembre 2018, a Montecarlo.

Vogliamo ringraziare tutti coloro che ripongono la loro fiducia nell’eccellenza, nell’innovazione e nella sicurezza dei prodotti Teoxane.

 

Premio Teoxane MCA

Articoli correlati

Successo per il Congresso Sime che ha visto oltre 3500 presenze

Grande successo per il 40° Congresso nazionale della Società italiana di medicina estetica (Sime) che ha visto oltre 3500 presenze e la partecipazione di più di 150 aziende. Tanti gli argomenti su cui si sono confrontati migliaia di medici che quest'anno hanno partecipato al Congresso della società scientifica: dalle ultime novità in medicina estetica ai progressi della disciplina, dal sostegno ai controlli dei Nas alla collaborazione con CittadinanzAttiva per l’informazione corretta ai pazienti, dall’abuso di filler all’analisi degli errori e alla gestione delle complicanze in medicina estetica. 

Botulino e acido ialuronico La "doppia iniezione" ideata per lui

L'uomo è protagonista al 40° Congresso di medicina estetica SIME in corso a Roma. "È stato presentato - spiega Maria Gabriella Di Russo, idrologo e medico estetico a Milano e Formia - un nuovo trattamento con filler per contrastare i segni del tempo e avere un aspetto più giovanile". Secondo i dati Asaps (America Society for Aestethic Surgery) le iniezioni di acido ialuronico e tossina botulinica sono tra le preferite del pubblico maschile, dopo liposuzione e liposcultura.

Ecco i giovani-vecchi

Ritocco o ritocchino, l'uomo di legge sa benissimo che c'è un esercito di coetanei, vanesi, pronti a tutto pur di rispettare la simmetria del corpo maschile: spalle larghe e fianchi stretti. "Se con la crioliposcultura si rimodellano i fianchi, con la gluteo plastica il sedere", spiega Maria Gabriella di Russo, la quale, per professione (è medico estetico) ne vede di potenziali vanesi sulla soglia dei sessant'anni, pronti a chiedere di valorizzare l'angolo mandibolare, compresi mento e zigomi.