Occhiaie di ragazza, via le occhiaie con il filler

Quando le occhiaie sono blu vuol dire che la cute molto sottile della zona lascia intravedere il colore dei vasi sanguigni sottostanti, la fitta trama di vene, arterie e capillari che orrirano la zona. La soluzione è la "dermoristrutturazione". Si tratta di un nuovo filler (acido ialuronico e un complesso ristrutturante di 8 aminoacidi, 3 antiossidanti, 2 minerali e vitamina B6) appositamente studiato per essere iniettato nel contorno occhi senza causare gonfiori o lividi. "il suo obiettivo è quello di dare un maggiore spessore alla cuta della palpebra inferiore per renderla meno trasparente. Il trattamento richiede una buona esperienza da parte del medico. Il filler viene iniettato lungo il solco lacrimale, in superficie o in profondità con, un ago o una microcanula" spiega la dottoressa.

Leggi tutto (PDF)

Articoli correlati

Le nuove tecniche dolci. Via i difetti senza chirurgia

Ecco entrare in gioco metodiche di riferimento a diverse profondità che stanno spostando il lifting chirurgico molto più in là negli anni. "L'uso di acido ialuronico e rossina botulinica - spiega Maria Gabriella Di Russo, idrologo e medico estetico a Milano e Formia - permette di attenuare una piccola gobba sul naso e risollevarne la punta, riequilibrare volumi e contorni, migliorare gli angoli mandibolari, riposizionare gli zigomi, riempire le tempie infossare, le occhiaie e ridare forma alle labbra".

Successo per il Congresso Sime che ha visto oltre 3500 presenze

Grande successo per il 40° Congresso nazionale della Società italiana di medicina estetica (Sime) che ha visto oltre 3500 presenze e la partecipazione di più di 150 aziende. Tanti gli argomenti su cui si sono confrontati migliaia di medici che quest'anno hanno partecipato al Congresso della società scientifica: dalle ultime novità in medicina estetica ai progressi della disciplina, dal sostegno ai controlli dei Nas alla collaborazione con CittadinanzAttiva per l’informazione corretta ai pazienti, dall’abuso di filler all’analisi degli errori e alla gestione delle complicanze in medicina estetica. 

Botulino e acido ialuronico La "doppia iniezione" ideata per lui

L'uomo è protagonista al 40° Congresso di medicina estetica SIME in corso a Roma. "È stato presentato - spiega Maria Gabriella Di Russo, idrologo e medico estetico a Milano e Formia - un nuovo trattamento con filler per contrastare i segni del tempo e avere un aspetto più giovanile". Secondo i dati Asaps (America Society for Aestethic Surgery) le iniezioni di acido ialuronico e tossina botulinica sono tra le preferite del pubblico maschile, dopo liposuzione e liposcultura.