Trattamenti su misura

I filler dermici sono sostanze biocompatibili e riassorbibili che, iniettate nel derma o nel tessuto sottocutaneo, distendono le rughe di volto, labbra, collo e décolleté, e ripristinano i volumi perduti.

*Sono a base di acido ialuronico, sostanza leader per qualità e risultati (idratazione, volume ed effetto liftante), ma possono prevedere l'aggiunta di vitamine, aminoacidi e minerali per stimolare le cellule del derma a produrre più collagene ed elastina e prolungare nel tempo l'effetto migliorativo.

...Si tratta di un tipo di acido ialuronico dalla formulazione brevettata chiamato Rha dinamico. La sua caratteristica è quella di rispettare la struttura naturale delle catene dell'acido ialuronico, risultando così un prodotto dinamico e molto morbido, in grado di integrarsi perfettamente tra le dita delle mani e dei piedi.

 Leggi tutto (PDF)

Articoli correlati

I "ritocchini" per lui

Se per secoli il concetto di bellezza si è legato al mondo femminile, oggi le mode e i costumi hanno sovvertito questa esclusività, dando vita a trattamenti dedicati anche all'uomo. Si, perché riservarsi attenzioni, migliorare il proprio aspetto fisico e prestare più attenzione alla propria immagine non significa perdere virilità, ma aiutarsi a stare meglio con se stessi e con gli altri. 

A me gli occhi

Un nuovo trattamento non chirurgico ringiovanisce lo sguardo, sollevando guance e palpebre.

La medicina estetica ha messo a punto una nuova tecnica iniettiva non invasiva, dedicata al ringiovanimento dello sguardo. Il suo nome è G-Point Lift, precisa nell'iniettare i filler dove serve. Da sempre gli occhi sono considerati una delle parti più espressive del viso, ma con l'uso della mascherina hanno conquistato una posizione leader come strumento di dialogo.

Bye bye codice a barre

Il trascorrere del tempo, l'esposizione solare e le ripetute contrazioni dei muscoli di alcune aree del viso fanno comparire le prima rughe superficiali che, se non trattate, tendono a trasformarsi in solchi. Sulle labbra, nello specifico, si formano linee verticali che prendono il nome di codice a barre, poiché hanno una vaga somiglianza con il barcode dei prodotti.